giovedì 13 gennaio 2011

Terra mia è perdono quello che ti chiedo

video
video






Intervento del presidente Ben Ali alla Tv di stato, durante l'intervento il vile e astuto dittatore promette un sacco di cambiamenti  fra cui la liberta di stampa, la liberta di pensiero, l'abbassamento dei generi di prima necessita, l'apertura di youtube e lo stop alla censura di internet.....

mi pongo una serie di domande? gli ottanta fratelli sono morti solo per questa causa?, solo per rendere youtube visibile in Tunisia? solo per vedere lo zucchero costare di mezzo centesimo in meno? sono morti per la liberta della propria terra , per la liberta dei loro cari da un futuro colmo di menzogne e di paura, per un futuro senza Ben Ali...I fratelli sono morti per noi  tunisini del mondo, sono morti per il nostro futuro benessere , nel mentre scrivo questa breve nota una lacrima di dolore e di vergogna scende  sulla mia guancia, una lacrima che rimprovera il sottoscritto per non essere stato all'altezza  del suo popolo , quel popolo con cui condivisi le gioie del'infanzia,con cui condivisi le titubanze del'adolescenza e gli interogattivi del giovane uomo.  fratelli miei mi vergogno di non aver lottato con voi  ,voi che ad ogni mio  ritorno a casa , mi aspettavate a bracce aperte , ospitandomi nelle vostre case e facendomi sentire un vero figlio della Tunisia , e adesso nel mentre voi morite io sono qui al sicuro  ,lontano dalla sofferenza della mia terra ...La terra dove sono sepolti i miei avi , dove sono sepolti i miei carissimi nonni, dove seppelirò mio padre e dove  un giorno sarò sepolto, la terra dei miei nonni e di mio padre, che ha saputo tramandarmi   tutti i valori che un padre tunisino possa dare al figlio...Tunisia  chiedo il tuo perdono  per non essere stato all'altezza nell'estirpare il male che ti stava  logorando, per non aver versato il mio sangue per la tua causa e la causa dei tuoi figli....

Bousufi

14 gennaio 2011

Nessun commento:

Posta un commento