mercoledì 25 gennaio 2012

Risveglio siciliano

Si chiama movimento dei forconi, l'ondata di  proteste che sta letteralmente paralizzando tutto il bel paese. Una protesta apartitica e apolitica attuata contro la mancata attuazione dello statuto d'autonomia e  la pesante situazione economica cui versa la Sicilia, causata, secondo i responsabili del movimento, dal mal governo e dalla corruzione dei politici siciliani e non. Una grande mobilitazione con semplici bandiere raffiguranti la Trinacria è stata preparata oggi da migliaia di siciliani provenienti da tutta la Sicilia, che hanno sfilato in corteo fin davanti Palazzo d'Orleans sede della presidenza della regione siciliana, scandendo slogan contro il governatore della regione Siciliana Raffaele Lombardo, chiedendogli le immediate dimissioni. 
Manifestazione Siciliana di Mercoledi 26-01-2012
Di fronte la sede, non sono mancati gli attimi di tensione tra i manifestanti e le forze di polizia attorniate intorno all'edificio. Migliaia di manifestanti, hanno scandito slogan contro  il governatore Lombardo e il presidente del consiglio Mario Monti. 







Movimento apartitico o apolitico?

Giuseppe Catalano,  aderente al movimento dei forconi
Da quando sono iniziate le proteste il movimento dei forconi è stato duramente criticato sulle pagine  Face book, in quanto si sospetta che tra le proprie fila ci possa essere l'oscura presenza di Cosa Nostra. I responsabili  del movimento affermano che la protesta è stata attuata da semplici agricoltori e lavoratori come protesta contro le ormai insostenibili condizioni economiche dell'Isola. Secondo Giuseppe Catalano, aderente al movimento dei forconi, la natura del movimento è assolutamente apartitica e apolitica, ricordando che la protesta è stata attuata per chiedere le immediate dimissioni di tutta la classe politica siciliana corrotta e il miglioramento delle condizioni di vita del popolo siciliano. Alla domanda circa la possibile presenza di Cosa Nostra nel movimento Catalano smentisce, accusando il presidente della confindustria Sicilia Ivan Lo Bello di voler boicottare il movimento con le sue affermazioni, invitandolo a scendere in piazza ad indicare a tutti chi siano questi presunti '' infiltrati''. Ma nel corteo di stamane non è mancata la presenza di Forza Nuova e Casa Pound che hanno attivamente partecipato nel corteo nonostante le dichiarazioni di alcuni affiliati del movimento dei forconi circa il  presunto allontanamento dal corteo di possibili militanti fascisti intenti a volantinare....




                                         


                                 FOTO  DI MERCOLEDI 26 GENNAIO 2012