lunedì 30 gennaio 2012

Alla ricerca dei gelsomini

Continuano le pressioni delle famiglie dei migranti tunisini misteriosamente scomparsi in Italia. Una delegazione dei familiari dei '' Desaparecidos'' tunisini è arrivata sabato mattina all'aeroporto di Punta Raisi con l'intento di svolgere personalmente la ricerca dei propri cari scomparsi.
Delegazione delle famiglie dei '' desaparecidos'' tunisini.


E' arrivata sabato mattina la delegazione dei familiari dei ''desaparecidos'' tunisini, accolti all'arrivo da un Abd Rahman Ben Mansour, console tunisino a Palermo, al quanto cordiale e ospitale, nonostante avesse impedito la mia presenza in qualità di fotografo nell'appuntamento di questa mattina . Sono arrivati grazie alle pressioni del ministero degli esteri tunisino all'ambasciata italiana per il rilascio del visto di tre mesi. Adesso sono a Palermo determinati a porre fine a questa assurda vicenda,giurando di aver visto i propri cari ripresi dai telegiornali italiani al loro arrivo nell'isola di Lampedusa, affermando inoltre di aver strappato al console,con la promessa di non rivelare a nessuno la natura della loro conversazione mattutina, la seguente dichiarazione '' i vostri cari stanno bene''. Domani la delegazione formata da Ahmed Ben Hassine, Imed Soltani, Ayed Jeljeli, Noureddine Mbarki, Nedia el Ajmi e Maherzia Cherfi comincerà la ricerca dei propri cari nel C.A.R.A di Mineo accompagnati dal vice console,dove si presume siano rinchiusi dei tunisini richiedenti asilo.

Seguiranno aggiornamenti.....



Galleria d'immagini di Lunedi 30 Gennaio 2012